IMG-20170510-WA0015.jpg

 

Seppure fosse abbondantemente nell'aria, aspettavamo con ansia una decisione ufficiale dei Vescovi della Puglia e alla fine, subito dopo mezzogiorno, è arrivata con un loro decreto. Da aprile dunque saranno consentite tutte le feste patronali  cittadine e soprattutto  saranno consentite le processioni.Infatti " È vivo desiderio dei Vescovi delle Diocesi pugliesi ridare vita a questi momenti religiosi e sociali così importanti per il cammino delle nostre comunità ecclesiali, sapendo tener sempre insieme i percorsi di catechesi, i momenti celebrativi e le scelte di carità, così come ricordato nel documento “L’annuncio del Vangelo nelle feste religiose popolari”, pubblicato nel 2020 dalla Conferenza Episcopale Pugliese. Le feste religiose devono continuare a essere, così, un momento forte, atteso e preparato dalle nostre comunità, in cui si esprime la bellezza della religiosità popolare. Per questo motivo, a partire dal prossimo mese di aprile, sarà possibile autorizzare i Comitati delle feste religiose a svolgere le attività loro proprie, non dimenticando che essi devono essere debitamente approvati dalla competente autorità ecclesiastica. Sempre a partire dal mese di aprile sarà possibile riprendere la pia pratica delle processioni, facendo in modo che alcuni volontari del servizio d’ordine ne garantiscano lo svolgimento secondo le regole vigenti. Le processioni e le celebrazioni all’aperto, tuttavia, saranno consentite con il Nulla osta dell’Ordinario del luogo e, come previsto dalla Legge, previa comunicazione al Comune e all’Autorità di pubblica sicurezza, competente per territorio, almeno 3 giorni prima"

La notizia dunque se non ci ha proprio colto di sorpresa, ci ha ugualmente riempito di gioia. Non sappiamo esattamente se le Autorità preposte potranno consentire anche il pellegrinaggio a Merino nella stessa forma degli anni passati, considerato che è proprio durante il tragitto che si crea parecchio assembramento. Ma anche se non dovesse essere cosi', per noi sarà festa. La grande festa che aspettiamo da due anni. Purtroppo sarà festa con una vena di tristezza perchè la guerra in atto ci fa temere, e per questo confidiamo che la Madonna possa allargare le sue braccia e proteggerci tutti.Per il momento "procedamus con Maria".

JSN Mico template designed by JoomlaShine.com